CSES Mission

 

CSES in orbitaLa missione CSES (Chiana Seismo Electromagnetic Satellite)studierà le perturbazioni della ionosfera che si pensa si possano associare a terremoti, specialmente a quelli distruttivi, cercando di esplorare nuovi approcci per previsioni a breve e medio termine. Con il satellite CSES ci si prefigge anche di studiare nuovi modelli teorici per spiegare i meccanismi dei processi di preparazione dei terremoti. Il programma controllerà l'affidabilità e l'efficienza dei sistemi di monitoraggio proposti ed installati nel satellitare utilizzando una serie di nuove tecniche ed attrezzature, in modo da ottenere informazioni sul campo elettromagnetico, il plasma e le particelle energetiche presenti nell’ambiente spaziale attorno alla Terra. 

 

Il progetto renderà possibile ottenere le informazioni elettromagnetiche eventualmente associate con i terremoti di M≥6 all'interno del territorio cinese e la sua area vicina (1000 km) e quelle di M≥7 nella scala globale; di analizzare le caratteristiche delle perturbazioni terremoti-ionosfera, al fine di verificare la possibilità di fornire una previsione sperimentale dei terremoti a breve termine con osservazioni satellitari; fornirà inoltre il servizio di condivisione dei dati per la cooperazione internazionale e la comunità scientifica.

Il satellite si basa sulla piattaforma cinese CAST2000. È un sistema a 3 assi stabilizzato e verrà posizionato in un'orbita circolare sun-syncronous a 98° ad una quota di 500 km nel settembre del 2016.

Un memorandum d'intesa tra la Chinese National Space Administration (CNSA) e l'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per la cooperazione in Cina Seismo-elettromagnetica Satellite (CSES) è stato firmato il 25 settembre 2013.

I gruppi INFN stanno sviluppando prototipi per i rivelatori di campo elettrico (EFD) e di particelle ad alta energia (HEPD).